ECOvideo Spegni i tuoi dispositivi, spegni i led e le spie. The animal save the planet

settembre 20, 2012 1 commento

Simpatico come sempre, il video di the animal save the planet ci ricorda che spegnere le spie dei dispositivi di casa riduce fortemente lo spreco di energia🙂

Spegni le spie e salvaguarda l’ambiente.

ECOvideo simpatico – video the animals save the planet

Un video carino e adatto ai bambini e ai più grandi, simpatiche le animazioni, i video di the animal save the planet sono sempre notevoli, e con buone animazioni. Penso potrebbe essere interessante creare una animazione simile a questi video rendendoli interattivi, far compiere scelte all’utente in una situazione simulata può aiutare a ottenere cambiamenti di atteggiamento nella vita reale quotidiana.

è possibile rinforzare un comportamento positivo nei confronti dell’ambiente facendo ricorso ad una esperienza dell’utente ludica. Alcune informazioni “ecosostenibili”sono ormai molto diffuse nella massa, molti le conoscono, l’obiettivo è vederle mettere in atto in automatismo.

G.A.T. Gruppo Acquisto Terreni

 

Una sperimentazione sociale, la collettività che ritorna alla terra, passando per i canali economici, ma con intelligenza nuova:

sostenibilità,  solidarietà, comportamenti, investimenti e fiducia reciproca per dare una svolta al rapporto moltitudine/terra e moltitudine/alimentazione

 

La pagina della  REDDITIVITA’ AGRICOLA

 

GAT in Italia

The Animals save the Planet – romancing The bag

Green Economy and Sustainable Development: Bringing Back the Social

SEED SAVERS – recupero sementi tradizionali

seed savers exchange

Sono state selezionate in millenni di esperienze agricole umane, resistendo a innumerevoli intemperie, potremmo quasi considerarle come se fossero la memoria storica e biologica dell’agricoltura.

Le sementi tradizionali sono una  risorsa preziosa e inesauribile di caratteristiche genetiche che garantiscono la “biodiversità”.

Fortunatamente, ormai da tempo, è iniziato un movimento che ha come  progetto il recupero delle tradizioni culturali rurali. Numerose persone nel mondo si stanno impegnando per la salvaguardia delle varietà di piante antiche. Sia chiaro possono essere varietà di pomodori, aranci o alberi da fusto, non per forza piante sconosciute. Dobbiamo rendere onore a veri e propri “salvatori di semi”, chiamati appunto Seed Savers, i semi “del passato” sono sopravvissuti all’estinzione. O meglio cercano di sopravvivere e grazie a queste persone alcuni semi recuperati vengono coltivati in normali orti familiari o su piccola scala. Il grande valore da attribuire a questo difficile lavoro è nel preservare  tutte quelle preziose qualità che rendono i semi più adatti ad un’agricoltura eco-compatibile e che privilegia prodotti dall’elevato valore nutritivo. Senza naturalmente dimenticarsi del gusto.

Questo è uno dei comportamenti sostenibili che andrebbero maggiormente diffusi. Tutti coloro che  in questa epoca hanno il lusso di possedere o vivere con pezzo di terra agibile dovrebbero provare a cercare quali sono state per centinaia di anni le sementi originali locali.

Solo “l’essere ripiantati” permetterà a queste particolari biodiversità di sopravvivere nel tempo. Mantenere le “cose buone” rende migliore la nostra esistenza.

Nel mondo esistono ormai molti esempi di gruppi attivi ma il singolo ha in questo contesto un ruolo fondamentale.I Seed Savers esistono sotto forma di  associazioni di volontari che mediante l’autofinanziamento, coltivano le varietà a rischio estinzione, ortaggi e frutti di tutto il mondo, conservandone scrupolosamente i semi in apposite banche. Tra le Seed Savers più attive spicca  l’americana Seed Savers Exchange che grazie ad un lavoro scupoloso, dal 1975 ad oggi, è riuscita nell’obiettivo di mantenere in vita migliaia di varietà di piante antiche a rischio di estinzione.

http://seedsavers.org/

DeLorean elettrica – ritorno al futuro ECO

la macchina di ritorno al futuro elettrica

l’icona del cinema anni ’80 diretta da Robert Zemeckis,  è tornata e questa volta la vedremo sfrecciare per le strade in veste decisamente ECO.

La DeLorean Motor Company, azienda del Texas, che ha rilevato il marchio Dmc, originale progetto della DeLorean vettura anni ’70 protagonista del noto film “Ritorno al futuro” , ha comunicato che nel 2013 inizierà la produzione e la vendita della versione elettrica della famosa macchina con la quale il professor Doc e McFly viaggiavano nel tempo. è bello pensare che già nel film si fantasticava che l’auto fosse in grado di viaggiare nel tempo utilizzando come carburante i rifiuti ed a poco meno di un anno questa icona delle due ruote diventerà realmente una macchina ecologica, un’auto elettrica.

La nuova DeLorean sarà cpommercializzata nel 2013, si chiamerà  DeLorean Dmc-12 Ev,  le prime indiscrezioni sul  costo di questo gioiellino elettrico vedono la DeLorean acquistabile ad un prezzo attorno ai 60mila dollari.